Tutela badanti e regole UE

0
676
Tutela badanti ue

La tutela badanti parte dall’Europa, le nuove regole

Giovedì scorso il Parlamento Europeo ha approvato una risoluzione per concedere lo status legale ai lavoratori domestici e alle badanti all’interno dell’Unione Europea. AES Domicilio assume le badanti con contratto e offre loro corsi di formazione per assistenza a domicilio. Siamo presenti con le nostre badanti a Lecco, Como e Monza

I lavoratori domestici non sono sempre tutelati da leggi nazionali del lavoro e hanno limitato le occasioni per ottenere “lavoro dignitoso”. Concretamente, il testo della raccomandazione chiede l’inclusione di lavoratori domestici e badanti in tutte le leggi dei Paesi membri. Questo deve avvenire in merito a lavoro, assistenza sanitaria e sociale, anti-discriminazione, nonché la possibilità di aderire ai sindacati.

Il testo della tutela badanti

Il testo chiede anche metodi specifici per fermare quei crimini contro i lavoratori domestici come il lavoro forzato. Ma chi sono i lavoratori domestici? Essi lavorano in casa, spesso si tratta di migranti e molto spesso vengono assunti illegalmente e senza la sicurezza, le esigenze ed i benefici adeguati.

I lavoratori domestici, come si legge nel testo europeo, non riescono a seguire le proprie carriere, a godere della propria vita sociale, sono invisibili, vittime di esclusione sociale, la maggior parte sono donne che lavorano per moltissime ore al giorno senza garanzie.

Tutela badanti: la professione di lavoratore domestico

La professionalizzazione del lavoro domestico è essenziale ai fini della loro protezione. Concretamente il testo della raccomandazione mira alla inclusione dei lavoratori domestici ed alla riduzione del lavoro illegale intentendo offrire loro una remunerazione adeguata e una protezione efficiente.

La maggior parte di questi lavoratori domestici sono donne migranti in una situazione irregolare, il Parlamento Europeo punta all’inclusione culturale per facilitare loro l’inserimento nel mercato del lavoro.

Sono inoltre molto vulnerabili alla discriminazione e soggetti ad abusi: con questa risoluzione il Parlamento Europeo vuole lottare contro i crimini tramite strumenti e penalità.

AES Domicilio e la tutela badanti

AES Domicilio assumendo regolarmente ed offrendo tutti i benefici legati a questo tipo di mestiere, specie quello di badante e baby sitter, è fiera di collaborare a questi fini, offrendo e mettendo a disposizione della comunità professionalità, competenza e legalità.

Articolo precedenteBisogni e necessità di una malato
Prossimo articoloCapacità di mediazione nel sociale
AES Domicilio nasce con lo scopo di intervenire in tutte quelle situazioni di richiesta d’aiuto appartenenti al grande mondo dell’educazione, della scuola, dei disturbi dell’apprendimento, dell’assistenza agli anziani, dell’accudimento dei neonati e del sostegno psichico per adulti. Grazie alla grande passione e costanza abbiamo raggiunto l’obiettivo di creare un’ampia rete di collaboratori e quindi professionisti del sociale per diventare veri leader del “terzo settore”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.