LA DEPRESSIONE: “SOFFRIRE NON É NECESSARIO”

0
878
educatore psichiatrici adulti

LA DEPRESSIONE: “SOFFRIRE NON É NECESSARIO”

Capita a tutti di sentirsi tristi di tanto in tanto. È un’esperienza che tutti, prima o poi, provano. AES Domicilio è in grado di offrire servizi di assistenza psicologica e servizi psichiatrici a Lecco, Como e Monza. Se le attività che piacevano prima ora non piacciono più, potreste avere un problema un po’ più serio, essere abitualmente depressi può cambiare il vostro modo di pensare e di vivere la vita. I medici definiscono questa situazione “depressione maggiore“.

Essere di cattivo umore per un certo periodo non è una condizione normale, in realtà si tratta di un problema sempre più diffuso che può rendere necessario l’intervento medico; per la maggior parte delle persone la depressione migliorerà o guarirà dopo una terapia appropriata, la terapia psicologica, la terapia farmacologica od altre cure possono alleviare il malessere dovuto alla depressione.

La causa della depressione non è mai unica. Anche il fattore genetico gioca un ruolo importante. Alcune ricerche dimostrano che la depressione può essere ereditaria. I figli di genitori depressi potrebbero essere più a rischio di depressione. É del tutto normale che ci si trovi ad affrontare problemi nella vita che potrebbero rendere triste chiunque. Se soffrite di depressione maggiore e non vi curate, questa potrebbe continuare per settimane, mesi o addirittura anni. Ecco un elenco dei sintomi più frequenti della depressione. Se alcuni di essi fanno parte della vostra esperienza e durano da più di due settimane, vi consigliamo di andare dal medico.

  • Sensazione di “vuoto”, tristezza continua e ansia,
  • Stanchezza, mancanza di energia,
  • Disturbi del sonno, come ad esempio: problemi ad addormentarsi, risveglio di mattina molto presto ed eccessiva voglia di dormire,
  • Appetito maggiore o minore del solito,
  • Pianto frequente o eccessivo,
  • Dolori e disturbi che non scompaiono nemmeno dopo essere curati,
  • Difficoltà di concentrazione o di memoria; incapacità di prendere decisioni,
  • Sensi di colpa; sentirsi impotenti, inutili o senza speranza,
  • Irritabilità,
  • Pensieri di morte o fantasie suicide; tentato suicidio.

 

Se siete un famigliare o un amico di un paziente depresso che non vuole andare dal medico a curarsi provate a spiegare in che modo la cura potrà aiutarlo a sentirsi meglio; il medico o lo specialista spesso possono curare efficacemente la depressione. A seconda del paziente si rivelano efficaci diverse terapie: ad esempio i gruppi di auto aiuto possono insegnare nuove modalità di intervento o possono fornirvi un supporto esterno se vi trovate ad affrontare un cambiamento profondo della vostra vita, allo stesso modo possono rivelarsi utili diverse forme di supporto psicologico. Aes Domicilio e i suoi professionisti vogliono condurre alla guarigione: farsi aiutare dagli altri ogni giorno determina la guarigione.

Siate pazienti e comprensivi. Chiedete al vostro famigliare o al vostro amico di uscire con voi o di ritornare a svolgere le attività che prima della malattia gli piacevano. Incoraggiate la persona ad essere attiva ed occupata, ma non pretendete che faccia troppe cose contemporaneamente.
“Soffrire non é necessario” basta tendere una mano e cogliere l’aiuto altrui.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.