Consigli per badanti

0
595
Consigli per badanti

Consigli per badanti: come potete difendervi da un paziente aggressivo

A volte capita che gli anziani siano un po’ aggressivi con le nostre badanti. Ecco perché AES Domicilio, agenzia badanti in tutta la Lombardia, durante i propri corsi di formazione per badanti insegna le tecniche per migliorare la comunicazione e prevenire scontri con gli anziani. I nostri consigli per badanti vogliono essere spunti di riflessione per migliorare la vita e la comunicazione con gli assistiti.

Uno “strumento comunicativo di difesa” che si può imparare a utilizzare sono le tecniche di de escalation. Si tratta di quell’insieme di misure basate sulla comunicazione verbale e non verbale che hanno come obiettivo la riduzione della tensione e dell’aggressività in una relazione interpersonale.

I Consigli per le badanti: quali sono i più utili

Sono quindi la chiave per evitare il confronto fisico con chi sta perdendo il controllo del proprio comportamento. Ecco una lista di consigli per badanti da tenere bene in mente quando lavorLe tecniche di de escalation possono concretamente aiutare a gestire il paziente aggressivo. Dunque rappresentano la modalità di risposta migliore nei confronti di un assistito ostile o arrabbiato.ate con gli anziani.

Non giudicate l’anziano

Qualsiasi cosa la persona che si ha davanti sta attraversando, potrebbe essere la più importante per la sua vita in quel momento. Se dice qualcosa che sembra strano o irrazionale, è meglio non giudicare o sminuire i suoi sentimenti.

Rispettate il suo spazio personale

Se per fornire assistenza bisogna entrare nello spazio personale di un’altra persona, allora è necessario spiegare ciò che si sta facendo così l’altro si sentirà meno spaventato e confuso. Garantire lo spazio personale dell’altro, se possibile, diminuisce l’agitazione e permette di stare a distanza di sicurezza.

Abbiate un atteggiamento non minaccioso

Mantenere un tono della voce e un linguaggio del corpo neutrale, non aggressivo, aiuterà a disinnescare situazioni potenzialmente a rischio. Più una persona perde il controllo, meno ascolterà e più reagirà alla comunicazione non verbale.

No alle reazioni eccessive

Pensieri positivi aiuteranno a mantenere la calma e la razionalità. Non si può controllare i comportamenti dell’altro, ma in base a come si reagisce, ciò influenzerà l’andamento della situazione.

Si ai sentimenti

Bisogna ascoltare il reale messaggio della persona che si ha di fronte. I fatti sono importanti, ma cosa prova realmente l’altro è il cuore del problema. Le persone a volte non si rendono nemmeno conto di essere arrabbiate e spaventate.

Definite i limiti

Una persona agitata o turbata potrebbe non capire quello che si dice: bisogna parlare chiaramente e semplicemente, offrendo alternative.

Come gestire anziani agitati: i consigli per badanti

Questi sono solo alcuni dei comportamenti che è necessario tenere per difendersi e saper reagire nel proprio lavoro: riflessione, tempo e tempestività devono coesistere affinché il proprio paziente sia libero di esprimersi, ma sappia anche conoscere dei limiti che solo noi possiamo dare.

AES Domicilio offre servizi di assistenza agli anziani in tutta la Lombardia. Trova la tua badante a Milano!

Articolo precedenteFermiamo la truffa agli anziani
Prossimo articoloAnimali domestici e anziani
AES Domicilio nasce con lo scopo di intervenire in tutte quelle situazioni di richiesta d’aiuto appartenenti al grande mondo dell’educazione, della scuola, dei disturbi dell’apprendimento, dell’assistenza agli anziani, dell’accudimento dei neonati e del sostegno psichico per adulti. Grazie alla grande passione e costanza abbiamo raggiunto l’obiettivo di creare un’ampia rete di collaboratori e quindi professionisti del sociale per diventare veri leader del “terzo settore”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.