Tecnologia e benefici sugli anziani

0
522
Benefici tecnologia anziani

Benefici della tecnologia sugli anziani

L’uso di device come computer, cellulare, internet e servizi on line spesso disorienta le persone anziane. Questo perché gli anziani hanno difficoltà di accedervi. D’altra parte il cellulare è il mezzo tecnologico più diffuso tra gli anziani, anche se in misura molto inferiore alla media nazionale. Alcuni studi hanno quantificato i benefici della tecnologia sugli anziani: un aiuto da parte di una badante convivente potrebbe essere utile per un supporto mirato. Imparare ad essere al passo coi tempi può rivelarsi un’ottima arma contro la solitudine e la noia. AES Domicilio si occupa anche di corsi di formazione per badanti a Lecco, Como e Monza.

Gli ultra 65enni continuano a preferire la tv, da cui attingono la maggior parte delle informazioni. Inoltre usano poco bancomat e carte di credito. Questo non significa che gli anziani non siano capaci di imparare ad utilizzare le nuove tecnologie. Per questo sarebbe utile accompagnarli in questo percorso così nuovo ed inesplorato per loro.

Diversi esperimenti sul campo dimostrano l’importanza dell’applicazione delle nuove tecnologie. La tesi viene confermata da un’importante ricerca sul training cognitivo eseguito tramite computer per la prevenzione o il rallentamento della demenza. Oltre a dare risultati migliori, risulta più conveniente, facile da diffondere e in grado di raggiungere soggetti che altrimenti non potrebbero usufruire di questi interventi, come coloro affetti da disabilità fisica importante. Nonostante un’iniziale sensazione di disagio, la maggior parte degli anziani esprime alti livelli di soddisfazione.

Benefici della tecnologia: Anziani e Facebook

Un altro studio condotto in Arizona dimostra come gli anziani che utilizzano i social network possano sentirsi più inseriti nella società e migliorare la qualità della propria vita. I benefici valgono sia per gli uomini che per le donne. Sentirsi socialmente connessi aumenta le proprie performance cognitive, migliorando le capacità di cognizione del 25% rispetto a chi non ne fa uso. La ricerca, ancora in corso, è stata effettuata su un gruppo di 42 anziani. I soggetti hanno tra i 68 e i 91 anni e, prima dell’esperimento, non conoscevano l’ esistenza di Facebook.

Una volta che i partecipati  hanno compreso le attività di Facebook è stato chiesto loro di postare qualcosa almeno una volta al giorno. Da questo è stato visto che le capacità miglioravano e il senso di solitudine diminuiva. Secondo le stime diffuse circa un milione e mezzo di anziani si collega a Facebook per rimanere in contatto con amici e parenti, e grazie a molti stimoli nella rete, hanno meno disturbi di memoria mantenendo il cervello più giovane.

Non sono solo questi gli effetti benefici della tecnologia per gli anziani. L’ uso della rete riduce anche i sintomi di ansia, stress, depressione e infine isolamento e migliorano le capacità sull’azione, sul ragionamento e sulla memoria.
Come possiamo notare oltre che benefici morali, la tecnologia, se ben utilizzata, può comportare risultati positivi anche sulla salute di chi è solito restare in casa e diminuire le relazioni sociali.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.